Organizzazione VEQ regionali

Sono state identificate, ai sensi degli artt. 4 e 5 del decreto n. 3253/2010, le seguenti strutture laboratoristiche regionali:

- con il tramite dell’U.O.C CQRC (Controllo Qualità dei laboratori e Rischio Chimico) dell'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Villa Sofia - Cervello, con il compito di:

  • supportare il Centro regionale qualità per gli aspetti tecnicooperativi relativi al controllo qualità dei processila laboratoristici regionali e per l’implementazione dei programmi di Valutazione esterna di qualità (VEQ) definiti dal CRQ e dall’Assessorato della salute;
  • attivare programmi di verifica e taratura delle pipette in uso nella rete laboratoristica pubblica e privata;
  • supportare il CRQ regionale con le indagini laboratoristiche necessarie alle azioni previste ai sensi dell’art. 6 del decreto n. 3253 del 30 dicembre 2010;
  • operare sempre secondo direttive del CRQ regionale e mirare alla formulazione di programmi virtuosi di formazione e stimolo in modo da guidare i laboratori a rivedere e correggere i processi interni per evidenziale e superare le eventuali non conformità.

 - con il tramite dell’U.O.C Ematologia II dell'Azienda Ospedaliera Ospedali Riuniti Villa Sofia - Cervello, in sinergia con il CQRC, con il compito di:

  • trasformare il circuito VEQ per l’Emoglobina A2 (HbA2), attualmente su valore di consenso, in un circuito con matrici a valore noto da poter usare su scala regionale per la verifica delle performance dei laboratori pubblici e privati;
  • implementare altri circuiti VEQ, preferibilmente su valori di riferimento, nell’area diagnostica laboratoristica di propria pertinenza.